Tu sei qui

Franciacorta in bicicletta: il percorso blu

15 Gennaio 2020
Franciacorta in bicicletta: il percorso blu
4.23077
4.2 / 5 (su 13 voti)

Nel cuore della Lombardia, adagiata sulle sponde del Lago di Iseo, si trova un'area circondata da verdi colline e da sconfinate schiere di vigneti. Stiamo parlando della Franciacorta, un luogo divenuto celebre in tutto il mondo grazie alla produzione delle sue bollicine, sua maestà il Franciacorta DOCG

Suddivisa in ben 19 comuni, la Franciacorta si estende da Brescia fino alla punta più meridionale del maestoso Lago di Iseo. Qui l'origine della vite è antichissima e risale addirittura alla Preistoria, e di lei, se ne parlò già grazie alle preziose testimonianze di grandi autori classici come Virgilio e Plinio Il Vecchio.

Ma è solamente dagli anni '60, con la nascita delle prime cantine, che si inizia a produrre con il rinomato metodo classico, una scelta pioniristica e vincente in Italia, che permetterà a questi prodotti il definitivo salto di qualità. 

E' giusto ora fare una precisione: ricordatevi di non chiamarlo mai "spumante", da queste parti non è termine gradito, il suo nome è solamente "Franciacorta". 

L'itinerario in bicicletta lungo la Strada del Vino di Franciacorta

La particolarità di questa esperienza enoturistica è rappresentata dalla suddivisione in cinque percorsi in altrettanti colori, un modo per rendere l'esperienza facile da programmare ed entusiasmante da vivere. 

Percorreremo questa prima esperienza in bicicletta, e oggi affronteremo il Percorso Blu Franciacorta Pas Dosè. Secondo la tabella di marcia, questo cammino ci impegnerà per la durata di 2.30 h per un totale di 30 km vissuto nel pieno della natura. Toccheremo i comuni di:

  • Rodengo Saiano;
  • Ome;
  • Monticelli Brusati;
  • Provaglio d'Iseo;
  • Passirano;
  • Paderno Franciacorta.

Non ci resta che partire e pedalare!

franciacorta in bicicletta

Franciacorta in bicicletta sul percorso blu: 1a tappa a Rodengo Saiano

Il nostro viaggio alla scoperta della Franciacorta parte da Brescia, e proseguendo verso Nord-Ovest, ci dirigiamo in direzione Rodengo Saiano. Qui, di cornice alla nostra avventura è un susseguirsi di campanili, torri e case nella tipica costruzione in pietra. Un paesaggio che sembra voglia cullarci nella scoperta di queste terre. Come primissima sosta non possiamo non soffermarci di fronte all'Abbazia Olivetana di San Nicola, uno dei monasteri più antichi d'Italia ricco di storia e risalente all'XI secolo. Dopo questa obbligatoria pausa, e dopo aver potuto visionare le tracce di un vecchio muro romano e di una capanna longobarda, si può tornare in bici, accompagnati sempre dai meravigliosi vigneti.

Le cantine da visitare vicino Rodengo Saiano sono:

  • Borgo La Gallinaccia
    Via IV Novembre, 15 – Rodengo Saiano
    Cell. 327 4704031
     
  • La Valle
    Via S. Antonio, 4 - Rodengo Saiano
    Tel. 030 7722045
     
  • Mirabella
    Via Cantarane, 2 – Rodengo Saiano
    Tel. 030 611197 
     
  • Villa Giuliana
    Via Valzina 16/18 – Rodengo Saiano
    Tel. 030 611409

2a tappa ad Ome e Monticelli Brusati in Franciacorta

Non tutti sanno probabilmente, che questa zona oltre ai pregiati prodotti della viticoltura, offre ai visitatori anche un'altra importante opportunità. Queste terre sono infatti caratterizzate anche dalla presenza di acque termali ricche di bicarbonato di ferro e fonti sulfuree. Trascorrere qualche ora in uno di questi centri può essere un'idea e un modo alternativo per affrontare un percorso enoturistico ricaricando così lo spirito e il corpo tra un calice e l'altro.

Tornando al nostro percorso enoturistico nel comune di Ome, tra i bellissimi prati e vigneti ci addentriamo in un'antica testimonianza di attività artiginale: il Maglio Averoldi. In un posto in cui il tempo sembra essersi fermato, ci accoglie un raggruppamento di antichi fabbricati, uno dei quali all'interno conserva ancora le vecchie attrezzature per la lavorazione del ferro. Datato addirittura 1080, il Maglio Averoldi rappresenta un pezzo di cultura e tradizioni della Franciacorta, un'immagine appartatenente al passato custodita fin ai giorni nostri. E grazie alla dedizione e alla passione di diversi volontari, oggi è possibile visitarlo per scoprire e vivere momenti appartenenti ad un'altra epoca.

Ma Monticelli ci riserva un'altra attrazione naturalistica per cui i diversi avventurieri non riescono a rinunciare: le cascate. Ci si può arrivare attraverso due percorsi, uno per i più esperti con alcuni punti di passaggio più "insidiosi", mentre l'altro, più lineare, è alla portata di tutti. Percorribili in poco meno di due ore, la vista all'arrivo ripagherà le fatiche del cammino, un cammino reso suggestivo anche per la presenza di un piccolo canyon colmo di vegetazione.

Le cantine da visitare vicino Ome e Monticelli Brusati sono:

  • Antica Fratta
    Via Fontana, 11 – Monticelli Brusati
    Tel. 030 652068
     
  • La Montina
    Via Baiana, 17 – Monticelli Brusati
    Tel. 030 653278
     
  • Lo Sparviere
    Via Costa, 2 – Monticelli Brusati
    Tel. 030 6527218
     
  • Majolini
    Via A. Manzoni, 3 – Località Valle Ome
    Tel. 0306527378
     
  • Villa Franciacorta 
    Località Villa, 12 – Monticelli Brusati
    Tel. 030 652329
franciacorta in bicicletta
Una sosta a Monticelli Brusati, 2° tappa in bici attraverso la Franciacorta

Franciacorta in bici: 3a tappa a Provaglio d'Iseo

Il territorio di Provaglio d'Iseo è reso incantevole dai 360 ettari della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino: un mix di vegetazione e scorci di acqua nel quale convivono varietà di habitat e di specie acquatico-palaustri, rare o a rischio estinzione. Ciò che colpisce l'occhio immediatamente è la varietà della flora circostante: un gioco di colori e luci che ci lascia meravigliati, da godere appieno  nelle giornate di sole. Nella più totale pace e tranquillità della natura, veniamo accolti dal Monastero di San Pietro Lamosa, un'antichissima chiesa romanica al cui interno è un susseguirsi di affreschi riguardanti gli episodi della vita di Gesù e dell'Annunciazione. Di fronte, la Sala dei Disciplini, risalente all'epoca barocca, la quale dedica all'intera parete di fondo un'imponente opera della Crocifissione.

Le cantine da visitare vicino Provaglio d'Iseo:

  • Barone Pizzini
    Via S. Carlo, 14 -  Provaglio d'Iseo 
    Tel. 030 9848311
     
  • Bersi Selini
    Via Cereto, 7 – Provaglio d'Iseo
    Tel. 030 982338
     
  • Chiara Ziliani 
    Via per Monterotondo, 17 – Provaglio d'Iseo
    Tel. 030981661
     
  • Le Due Quercie
    Via Cave, 8 – Provaglio d'Iseo
    Tel. 030 983128

Passirano e Paderno: la 4a tappa in bicicletta attraversando la Franciacorta

E' giunta l'ora di dirigerci verso Passirano. Il programma ci preannuncia la visita di due castelli di epoca medioevale. Il primo, Castello di Passirano, eretto nel 1101 per difendere il territorio, conserva al giorno d'oggi ancora le mura massicce, il fossato e le due torri, una delle quali, la Torre della Specola, adibita come osservatorio astronomico. Di notevole impatto l'ottimo stato dell'intera struttura e la vita intorno ad esso, con all'interno una cantina e una villa per ospitare eventi e cerimonie. 

Franciacorta in bicicletta
Uno scorcio sul Castello di Passirano in Franciacorta

L'assaggio dei vini e il sapore di storia medievale, ci accompagna, a distanza di soli due km all'altro castello della zona: Castello di Bornato. Risalente al XIII secolo, questa fortezza ci riserva una maestosa villa rinascimentale al proprio interno, con la possibilità di poterla visitare, scoprendone le sale affrescate e gli arbusti secolari, la grotta segreta del '800. Il tutto accompagnato ovviamente dal gusto delle bollicine di zona. 

Lasciatoci alle spalle il clima mediavale di Passirano, ci dirigiamo verso la quinta e ultima tappa del nostro percorso. Ad attenderci questa volta abbiamo Paderno Franciacorta, il più piccolo dei 19 comuni della zona, il quale riserva più di un quarto della sua superificie ai vigneti. Qui possiamo ammirare un altro castello, Castello Oldofredi, appartenente al 1009 e teatro di grandi battaglie storiche, come quella contro gli Unni e Visigoti, ma anche, tra i molti episodi, del 'Sacco di Brescia'. Inserita nella cortina muraria, la chiesa cinquentesca della Madonna del Castello, custodisce diversi affreschi, tra cui uno della Madonna molto venerato da parte degli abitanti.

Il nostro primo percorso termina qui, vi diamo appuntamento per la prossima tappa alla scoperta della Franciacorta!

Le cantine da visitare vicino Passirano e Paderno di Franciacorta sono:

  • Camillucci
    Via delle Selve, 1 – Paderno di Franciacorta
    Tel. 030 7702739
     
  • Conti Ducco
    Via degli Eroi, 70 – Passirano
    Tel. 030 6850566
     
  • Elisabetta Abrami 
    Via San Martino, 18 Paderno Franciacorta
    Tel. 030 6857185
     
  • Le Marchesine
    Via Vallosa, 31 – Passirano
    Tel. 030657005
     
  • Montedelma
    Via Valenzano, 23 – Passirano
    Tel. 030 6546161
     
  • Il Mosnel
    Contrada Barboglio, 14 – Camignone
    Tel. 030 653117
     
  • Romantica Franciacorta
    Via Vallosa, 29 – Passirano
    Tel. 030 6577219

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "Franciacorta in bicicletta: il percorso blu"

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento