Tu sei qui

Franciacorta in bicicletta: il percorso giallo

26 Febbraio 2020
Franciacorta in bicicletta: il percorso giallo
5
5 / 5 (su 4 voti)

Dopo la prima tappa alla scoperta della Franciacorta, e lasciatoci alle spalle il percorso blu, riprendiamo la nostra bici per il secondo viaggio in questa meravigliosa zona. L'itinerario che affronteremo oggi sarà quello giallo, conosciuto anche come Franciacorta Satèn. 

Origine e proprietà del Satèn

Prima di affrontare il nostro viaggio, è doveroso spendere alcune righe per spiegare e presentare il Satèn che ha reso la Franciacorta celebre in tutto il mondo. Il nome "Satèn" nasce nel 1990 e trae origine dall'assonanza con i termini "setoso" e "satinato", un modo questo per sintetizzarne la morbidezza e la lucentezza. Rappresenta il Metodo Classico prodotto rigorosamente da uve bianche Chardonnay in assemblaggio con il Pinot Bianco, con una dose massima del 50%. Attualmente è un marchio registrato presso il Consorzio per la Tutela del Franciacorta e dal 1996 diviene una designazione esclusiva di questo territorio.

Le proprietà organolettiche presentano cremosità al palato, gusto vellutato e un colore giallo paglierino con riflessi dorati e verdognoli. Ma la caratteristica che lo rende unico risiede nella pressione: all'interno della bottiglia la pressione deve essere inferiore ai 5 bar, mentre per gli altri Franciacorta è stimata tra i 6-6.5 bar.

Franciacorta in bicicletta: il percorso giallo
Una campagna di Erbusco in Franciacorta

Tour della Franciacorta in bicicletta: 1a tappa del percorso giallo

Il percorso ci fa scoprire la parte della Franciacorta che si unisce al Sebino: un giro totale di 30 km, in cui ogni visitatore è libero di poter scegliere l'itinerario che più preferisce. Noi, avendo già toccato alcuni comuni appartenenti al percorso precedente, abbiamo deciso di personalizzarlo affrontando le seguenti tappe:

  • Clusane d'Iseo;
  • Corte Franca;
  • Adro;
  • Erbusco.

In sella!

Partiamo dal comune di Iseo e costeggiamo la sponda di questo maestoso lago: affrontare questo viaggio in bicicletta è il modo migliore per viverlo appieno e sentirsi immersi nella natura, nei colori e negli odori che accompagnano questi sentieri. Ogni pedalata è una scoperta, il sole che si riflette nelle limpide acque è la cornice ideale per ogni avventuriero che decide di partire da qui.

Il percorso giallo della Franciacorta
Il percorso giallo della Via Francigena

Arriviamo dunque alla nostra prima tappa, Clusane d’Iseo. Conosciuta anche solamente come Clusane, è una piccola frazione del comune di Iseo, situata sulla parte meridionale. E' sicuramente meno conosciuta dalla maggior parte dei visitatori, e di conseguenza meno famosa rispetto alle altre località, ma non per questo non merita una visita. Anzi, proprio perché poco conosciuta decidiamo di visitarla e di scoprirla. 

Il borgo si presenta in tutta la sua tranquillità, il silenzio domina le viuzze e la sensazione di relax è immediata: è facile ambientarsi e immergersi nella quiete del paese. Qui scopriamo l'esistenza di un porticciolo, che nei mesi estivi permette ai visitatori la possibilità di escursioni e del giro del lago in traghetto. Il punto di maggiore interesse è il Castello Carmagnola, che sorge sul promontorio e domina tutta la vista del lago. Costruito intorno all'XI secolo, questo castello, una volta fortezza per le diverse famiglie che lo hanno posseduto, oggi è adibito per cerimonie e matrimoni, ed è molto gettonato tra gli abitanti dei comuni limitrofi proprio per la sua bellezza e per la posizione privilegiata.

Le cantine che proponiamo di visitare vicino Clusane d'Iseo sono: 

Bonfadini
Via Luigi Di Bernardo, 85
Tel. 0309826721

Monte Alto
Via Luigi di Bernardo, 98
Tel. 347 8693294

Franciacorta in bicicletta sul percorso giallo: 2a tappa a Corte Franca

Torniamo in sella e ci incamminiamo alla volta di Corte Franca: diviso tra le frazioni di Nigoline, Timoline, Colombaro e Borgonato, è considerato il fulcro della regione e tra i comuni più caratteristici della provincia bresciana.

Franciacorta in bicicletta: il percorso giallo
Uno sguardo di Corte Franca

Il territorio è ricoperto da schiere di vigneti che sembrano avvolgere questi paesi custodendone lo spirito e la tradizione della viticoltura. Ci dirigiamo quindi verso Nigoline, dove si trova l'imponente Palazzo Torri, villa nobiliare risalente al '600 e decorata da inserti barocchi, frequentata nei secoli scorsi anche da illustri ospiti come Giosuè Carducci e Giuseppe Zanardelli. Alla fine degli anni '90 è stata poi restaurata ed oggi è sede di eventi, cerimonie ed iniziative culturali.

Prima di riprendere il nostro cammino, veniamo a conoscenza della presenza della cosiddetta "Scala Santa", un percorso costituito da sassi alle pendici del Monte Alto, considerato purificante per lo spirito del viaggiatore. Il premio della fatica? Una vista mozzafiato su tutta la valle della Franciacorta.

Le cantine da visitare vicino Corte Franca sono:

Az. Agr. Fratelli Berlucchi
Via Broletto, 2 - 25040
Tel. 030984451

Barboglio de Gaioncelli
Via N. Sauro 25040
Tel. 0309826831

Berlucchi
Piazza Duranti, 4
Tel. 030984381

Bosio
Via Mario Gatti, 4
Tel. 0309826224

Il Dosso
Via Dosso, 2
Tel. 030984107

La Fiòca
Via Villa, 13/B
Tel. 0309826313

Le Quattro Terre
Via Risorgimento, 11
Tel. 030984312

3a tappa del percorso giallo della Franciacorta in bicicletta: Adro

Giunti nel comune di Adro, una sosta assolutamente da compiere è quella per visitare il Santuario della Madonna della Neve.

Franciacorta in bicicletta: il percorso giallo
Il Santuaria della Madonna della Neve ad Adro

Qua la storia narra di un'apparizione della Madonna nel 1527 e, dopo questo evento, l'inizio della costruzione della struttura.

Un luogo religioso custodito nel corso dei secoli grazie anche alle decorazioni aggiunte nel XVIII secolo e ancora ad oggi attivo e frequentato dagli abitanti della zona.

All'interno vi si trova l'affresco del Moretto "Sant'Antonio Abate": di pregevole importanza artistico e storica, definita anche come primo elemento della pittura bresciana.

Le cantine da visitare vicino Adro sono:

Brutell
Via Brutello, 5
Tel. 3332538156

Contadi Castaldi
Via Colzano, 32
Tel. 0307450126

Monzio Compagnoni
Via Nigoline, 98
Tel. 0307457803

Ricci Curbastro
Via Adro, 37
Tel. 030736094

Franciacorta in bicicletta sul percorso giallo: ultima tappa ad Erbusco

L'ultima tappa di questo secondo viaggio in Franciacorta è Erbusco. Il piccolo borgo si svolge intorno al Castello, del XIV secolo, teatro di storiche lotte tra guelfi e ghibellini. Al centro del castello, è custodito un piccolo gioiello di architettura medievale, la Pieve di Santa Maria Maggiore, una chiesa di chiara architettura romanica, La chiesa presenta un'unica navata e al proprio interno sono custoditi affreschi quattrocenteschi, illuminati dall'unica luce proveniente dalla finestre che ne rimette in risalto il fascino e la religiosità del luogo.

Le cantine da visitare nella zona di Erbusco sono:

Bariselli Gabriella
Via Rampaneto, 10/12
Tel. 3488937245

Bellavista
Via Bellavista, 5
Tel. 0307762000

Ca' del Bosco
Via Albano Zanella, 13
Tel. 0307766136

Derbusco Cives
Via Provinciale, 83
Tel. 0307731164

Facchetti
Via Solferino, 11
Tel. 0307267283

Pian del Maggio
Via Iseo, 108
Tel. 0307254451

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "Franciacorta in bicicletta: il percorso giallo"

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento