Tu sei qui

La birra Trappista

11 Luglio 2017
La birra Trappista
4.727275
4.7 / 5 (su 11 voti)

La birra trappista è uno stile di birra che affonda le sue radici in un passato seicentesco e precisamente nelle abbazie dei monaci affiliati all'ordine Cistercense
Il nome si deve all'Abbazia di Notre-Dame de la Trappe, dove l'abate Armand Jean Le Bouthillier de Rancé restaurò l'ordine Cistercense ribattezzandolo "ordine cistercense della stretta osservanza", che prevedeva una vita dedicata completamente alla regola benedettina dell'ora et labora. I frati che fanno parte di questo ordine sono detti anche "trappisti" ed è in seno a questi cambiamenti che nasce la birra trappista. 

Il disciplinare della birra trappista

 Monaco trappista
Monaco trappista

Quando si parla di birra trappista si fa riferimento ad un disciplinare che è stato fissato in modo univoco e definitivo nel 1997.

In questa data infatti venne fondata la International Trappist Association (ITA), formata all'epoca da otto abbazie trappiste, delle quali sei erano del Belgio, una dell'Olanda e infine una della Germania.

In concomitanza con la creazione del disciplinare fu realizzato anche un logo, che ha forma esagonale e non identifica solo la birra ma anche altri prodotti tipici, e furono fissati i canoni affinché i prodotti potessero avvalersi di tale marchio identificativo.

Quali sono dunque i canoni che identificano una birra che possa definirsi trappista? Sono tre in tutto:

  1. Il primo prevede che la birra debba essere prodotta esclusivamente all'interno di un'abbazia dell'ordine trappista, dai monaci dell'abbazia stessa;
  2. Viene lasciata libertà ad ogni singolo ordine monastico di decidere le modalità di produzione della birra e il tipo di commercializzazione;
  3. Il terzo canone riguarda i ricavati delle vendite, che devono essere finalizzati solo ed unicamente al sostentamento delle comunità monastiche trappiste, alle loro attività benefiche e umanitarie.

Le abbazie dell'Associazione Trappista

Le abbazie che originariamente diedero vita a marchio e disciplinare erano otto in tutto:

  • Le sei abbazie del Belgio erano Orval, Chimay, Westvlereten, Rochefort, Westmalle e Achel;
  • L'abbazia olandese è la Koningshoeven;
  • L'abbazia tedesca è la Mariawald.

Queste abbazie ancora fanno parte dell'ITA, inoltre si è unita in seguito (nel 2012) l'abbazia austriaca Engelszell che ha ottenuto l'autorizzazione all'utilizzo del logo. Poichè però l'abbazia di Mariawald non produce birra, in tutto le birre che possiedono il marchio e possono definirsi trappiste sono sempre e comunque otto.

Le caratteristiche delle birre trappiste

Premesso che le birra trappiste sono ampiamente differenti tra di loro, possiamo provare a tracciare un profilo di massima.

La birra trappista di norma prevede l'utilizzo di un lievito ad alta fermentazione e la rifermentazione in bottiglia. L'aroma è tipicamente fragrante e si caratterizza per un gusto abboccato, pieno e altamente maltato.

Servita ad una temperatura di 12-15 gradi, ha un colore che va dall’oro ambrato al più scuro marrone e una gradazione alcolica del 5-10%. 

Scendiamo ora nel dettaglio per analizzare le qualità delle otto birre trappiste che esistono oggi. Come detto ogni abbazia ha assoluta libertà in merito alla produzione in senso stretto, ciò vuol dire che si tratta di birre anche molto diverse tra di loro dal punto di vista organolettico.

Abbazia di Orval

Logo della birra dell'Abbazia di Orval
Logo della birra dell'Abbazia di Orval

Il birrificio di Orval nacque nel 1931 per finanziare la ricostruzione del monastero che nel corso dei secoli era andato pressoché distrutto. Esso produce due tipi di birra. la Petite Orval, leggera e di scarsa gradazione alcolica, che si può consumare solo in abbazia poiché viene prodotta quasi ad esclusivo uso e consumo dei monaci, e la Orval Trappist Ale, 6,2% di gradazione alcolica, ambrata e amarognola, rifermentata in bottiglia. Viene detta la "regina delle trappiste".

Abbazia di Chimay

Qui vengono prodotte tre birre: la Red, dal colore ramato, la Triple, una bionda nota anche come Cinq Cents se messa in bottiglie da 75 cl, e la Blue che ha 9% di gradazione alcolica.

Le birre dell'Abbazia di Chimay
Le birre dell'Abbazia di Chimay

Abbazia di Westvlereten

L'abbazia di Westvlereten fu fondata agli inizi dell'Ottocento e la birreria nacque praticamente insieme al monastero. Oggi produce tre tipi di birre: la Blonde, la 8 e la 12. Queste ultime due sono birre scure non filtrate nè pastorizzate che vanno bevute a temperatura ambiente.

Abbazia di Rochefort

In questa abbazia si produce birra fin dal XVI secolo e attualmente ha una produzione molto limitata. I tipi di birra che vengono qui realizzati sono: la Rochefort 6, 8 e 10, ad ognuna delle quali corrisponde un tappo di colore diverso. Sono birre dalla gradazione alcolica piuttosto elevata che vanno dal ramato al marrone scuro e sono decisamente aromatiche.

Le birre dell'Abbazia di Rochefort
Le birre dell'Abbazia di Rochefort

Abbazia di Westmalle

A Westmalle i monaci producono anche un ottimo formaggio oltre alle seguenti birre trappiste: la Dubbel, la Trippel e la Extra. La Extra viene prodotta solo due volte l'anno e non viene esportata ma si può degustare solo in loco.

Abbazia di Achel

Ad Achel la produzione di birra è ripresa solo in tempi recenti, intorno al 1998; vengono prodotte le birre Blond 5 e 8, la Bruin 5 e 8 e la Extra (9,5%) che ha sapore di spezie e cioccolato ed è considerata la migliore birra trappista belga.

Le birre trappiste dell'Abbazia di Achel
Le birre trappiste dell'Abbazia di Achel

Abbazia di Koninghoeven

In Olanda si produce la birra La Trappe grazie ad un frate che era originario di Monaco di Baviera ed avviò il birrificio sul finire dell'Ottocento. Qui si producono sei tipi di birre con diverse gradazioni (Blond, Dubbel, Tripel, Quadrupel, Quadrupel Oak Aged, Witte Trappist).

Abbazia di Engelszell

Qui le tre birre prodotte hanno il nome di tre monaci rimasti nella storia della comunità monastica austriaca, ovvero Gregorius, Benno e Nivard.
 

Negli ultimi 4 anni hanno ottenuto il marchio di Birra Trappista Autentica altre 3 abbazie

  • nel giugno 2013 è stata autorizzata l'abbazia Maria Toevlucht per la produzione della Zundert; 
  • ad ottobre 2013 si ha l'ingresso della prima abbazia extra-europea,  la St. Joseph's Abbey of Spencer, un'abbazia statunitense che produce birra con il marchio Spencer Brewing Co; 
  • ad ottobre 2015, è stata autorizzata l'abbazia italiana Tre Fontane di Roma

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "La birra Trappista "

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento