Tu sei qui

Temperatura di servizio della birra

12 Maggio 2017
Temperatura di servizio della birra
4.030305
4 / 5 (su 33 voti)

Quando si parla di temperatura di servizio della birra, si intende quella temperatura ideale a cui servire la birra per poterne apprezzare al meglio il suo gusto, il suo profumo, ed anche la schiuma. Vediamo perché la temperatura della birra è così importante, e quali sono le temperature di servizio più indicate per le diverse tipologie di birra.

Perché la temperatura di servizio della birra è così importante?

La temperatura di servizio è molto importante per degustare la birra perché ne influenza in larga misura la percezione delle note olfattive e gustative. In generale la temperatura di servizio è in grado di accentuare alcune caratteristiche intrinseche delle birre, come la morbidezza, la durezza, l'acidità o il grado di amaro.

Una temperatura più elevata metterà in risalto la morbidezza della birra e la renderà meno amara, mentre temperature inferiori agiranno in modo contrario, accentuando la durezza, l'acidità e l'amaro. Si può quindi "giocare" con il fattore temperatura per cambiare leggermente la percezione del gusto della birra, anche se in modo abbastanza limitato, nel senso che se una birra è decisamente amara, anche servendola a temperature maggiori molto probabilmente conserverà questa caratteristica.

Birra a basse temperature
Birra a basse temperature

In alcuni casi, va fatta attenzione alle temperature di servizio troppo basse: a volte queste vengono utilizzate dai venditori poco seri per nascondere alcune caratteristiche delle birre non particolarmente positive. Alle basse temperature infatti la nostra percezione dei sapori e degli odori si abbassa notevolmente e non ci permette di distinguere le differenti sfumature degli aromi e dei profumi. Per cui anche birre non particolarmente buone, se servite a bassa temperatura, possono sembrare migliori di quello che in realtà sono. Uno dei difetti molto diffuso nelle birre è l'ossidazione, poiché esse, a differenza dei vini, hanno un grado si acidità più basso e non sono quindi in grado di difendersi da questo fenomeno, come accade invece nei vini grazie proprio all'acidità. Le basse temperature sono comunque in grado di mascherare questo difetto e di non farlo percepire nell'immediato, e ciò a volte viene sfruttato per impedire che i clienti si accorgano di bere una birra non proprio di buona qualità. Per evitare di bere birre ossidate sarebbe consigliabile controllare la data di imbottigliamento e di scadenza e consumare preferibilmente quelle imbottigliate abbastanza recentemente.

3 consigli per scegliere la giusta temperatura di servizio della birra

Non esiste una regola precisa per determinare quale sia questa "giusta" temperatura di servizio, ma vi sono tre accorgimenti, di validità generale, che si possono applicare a tutti i tipi di birre.

  1. Il primo fattore importante da considerare è il grado alcolico della birra. Più il grado alcolico è alto e più si deve innalzare la temperatura di servizio. Con gradi alcolici intorno ai 4-5% la temperatura di servizio si dovrà aggirare intorno ai 7-9 °C, mentre per gradazioni alcoliche più elevate, ad esempio intorno ai 9% la temperatura di servizio dovrà essere sempre maggiore di 10 °C circa.
  2. Anche il colore della birra influenza la temperatura di servizio e richiederà temperature diverse a parità di gradazione alcolica. Le birre di colore scuro si apprezzano di più a temperature maggiori, in cui risaltano le note tostate ed affumicate rispetto a quelle chiare, che vanno servite a temperature inferiori. Ad esempio le birre scure irlandesi dovranno essere servite a temperature superiori ai 9 °C, mentre delle birre lager o pilzener non dovrebbero mai superare questa temperatura.
  3. La temperatura ambientale è il terzo fattore che influenza la temperatura di servizio della birra. In luoghi caldi è consigliabile servire la birra con temperature di qualche grado inferiore a quella consigliata per evitare che in breve tempo si riscaldino conferendo ad essa sapore e consistenza non ideali. Tenendo conto di questo fattore è consigliabile quindi utilizzare sempre bicchieri piuttosto piccoli e non grandi boccali per permettere che la temperatura rimanga abbastanza costante e non si innalzi modificando le caratteristiche di gusto della bevanda.

 Ad ogni stile di birra la sua temperatura di servizio
Ad ogni stile di birra la sua temperatura di servizio

Temperature di servizio dei diversi tipi di birra

Vediamo quali sono le temperature di servizio più indicate per i differenti stili di birra in commercio. Verrà indicato un range di temperature e non un valore univoco, poiché la temperatura ideale di servizio può essere influenzata leggermente da alcuni fattori e caratteristiche delle birre, come la temperatura ambientale esterna o la data di produzione della birra.

  • Lager leggere: tra i 6 ed i 7 °C

  • Waizen e Kriek: tra i 7 ed 8 °C

  • Le Pilzener, Lager, Lambic e le Gueze: tra gli 8 ed i 10 °C

  • Golden Ale, le Doppelbock e le Alt: tra i 10 ed i 12 °C

  • Ale Inglesi, le Trappiste e le Abbazia: tra i 12 ed i 15 °C

  • Irish Stout: intorno ai 15-18 °C

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "Temperatura di servizio della birra"

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento