Tu sei qui

La birra contiene glutine?

08 Novembre 2019
La birra contiene glutine?
5
5 / 5 (su 5 voti)

Rinomata fin dai tempi dei Sumeri e degli Egizi, la birra è tutt'oggi una delle bevande più apprezzate a livello mondiale. Pur essendosi evoluta nei metodi di produzione, la birra è riuscita a conservare ancora ai giorni nostri gli ingredienti di base che l'hanno contraddistinta nei secoli. Andiamo oggi a scoprire se tra gli ingredienti della birra è contenuto il glutine.

Ingredienti della birra tradizionale

Seppur con varianti regionali e nazionali, tradizionalmente la birra viene prodotta nel mondo con quattro semplici ingredienti di base, ovvero:

Poiché tra tali ingredienti l’orzo è sicuramente quello principale, cereale che riesce maggiormente a donare alla bevanda quel classico ed apprezzato aroma, la domanda non può che sorgere spontanea: la birra contiene glutine? La risposta è sì.

birra contiene glutine
Tra gli ingredienti di base della birra è presente anche il glutine

Questa non è di certo una buona notizia per il mondo dei celiaci che, secondo le più recenti stime dell'AIC - Associazione Italiana Celiachia, rappresentano l'1% della popolazione mondiale. I celiaci devono quindi privarsi del piacere di sorseggiare una profumata bionda dalla spuma candida? O, più semplicemente, esiste una birra per celiaci?

Esiste la birra per celiaci?

Assumendo che la celiachia sia una disfunzione dell’organismo umano la quale comporta un'intolleranza al glutine (insieme di proteine che si possono trovare nei cereali), risulta possibile produrre una birra senza utilizzare ingredienti essenziali come il frumento, la segale o l'orzo? Certamente sì!

La soluzione è stata infatti trovata da mastri birrai specializzati, i quali nella produzione della birra hanno fatto entrare in gioco una serie di cereali a basso contenuto di glutine o con una percentuale minima. Ecco allora che riso, avena, mais, grano saraceno, miglio, sorgo ed altri surrogati del malto prendono il posto dei tradizionali ingredienti della birra (in particolare dell'orzo maltato) e restituiscono una vera e propria birra senza glutine.

Pur potendo sembrare una novità dovuta alle tendenze alimentari degli ultimi tempi, la produzione di birra priva di orzo non è cosa nuova: basti pensare al fatto che in alcune zone del mondo dove l'orzo non cresce, come ad esempio l’Africa, le birre prodotte sono tutte a base di succedanei del malto d’orzo.

birra glutine
Esiste la birra per celiaci? La risposta è si

Oltre a ciò, l'ulteriore riprova in grado di attestare che la birra senza glutine sia ascrivibile ormai come alimento rodato è la presenza nel nostro Paese di una normativa che da ormai 10 anni ne regola la produzione.

La normativa in Italia della birra senza glutine

La normativa in Italia sulla birra gluten free è disciplinata dal Regolamento (CE) n. 41/2009 del 20 gennaio 2009 relativo alla composizione e all’etichettatura dei prodotti alimentari adatti alle persone intolleranti al glutine. In esso, con la definizione “birra senza glutine per celiaci” si deve intendere una bevanda alcolica a base di malto prodotta con cereali diversi dall’orzo e dal frumento.

La normativa distingue le birre in:

  • Quelle contenenti una percentuale di glutine molto basso, ovvero con un valore compreso tra 21 e 100 ppm;

  • Quelle evidenziate con etichetta “senza glutine” con un valore inferiore ai 20 ppm, appositamente rivolte a celiaci.

Proseguendo, il regolamento sulla birra senza glutine prevede il rispetto di specifiche norme igieniche durante la fase di produzione, oltre ad imporre l’obbligo del rispetto di norme di sicurezza per evitare qualunque forma di contaminazione con prodotti contenenti glutine.

birra glutine celiaci
La birra gluten free è prodotta con cereali diversi dall’orzo e dal frumento.

Alla normativa si affianca il controllo dell'AIC: l'associazione infatti, con il fine ultimo di tutelare la salute dei celiaci in Italia, attua una supervisione di controllo meticoloso in ogni fase di produzione e trasformazione della birra senza glutine. Le birre considerate idonee per gli intolleranti al glutine verranno inserite nella guida dell’associazione e otterranno sull’etichetta il simbolo del prodotto gluten free: la spiga barrata.

Birra con o senza glutine?

Nonostante i vari controlli e le certificazioni, il fatto che la birra abbia meno di 20 ppm non significa che i celiaci non debbano attuare precauzioni nel suo consumo: chi è affetto da celiachia, infatti, deve comunque moderare il consumo di birra senza glutine perché l’eccessiva assunzione potrebbe far superare il livello di guardia di glutine accettabile che viene impostato solitamente a 20 mg/litro.

birra celiaci
Le persone celiache devono comunque moderare il consumo della birra gluten free

Allo stesso tempo, un monito è d'obbligo anche per il 99% della popolazione mondiale che non ha bisogno di prodotti senza glutine: difatti, chi non soffre di patologie legate al glutine farebbe meglio a non eliminarlo dalla propria dieta pur trovandosi in un'epoca in cui il mercato sta puntando sull'acquisto di prodotti alimentari contraddistinti dal “Senza” (come ad esempio, “senza glutine” o “senza lattosio”). Mai come in questo caso andare controtendenza può essere salutare.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "La birra contiene glutine?"

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento