Tu sei qui

Come scegliere il calice per spumante e champagne

27 Gennaio 2021
Come scegliere il calice per spumante e champagne
3.897195
3.9 / 5 (su 107 voti)

Sei già pronto a stappare il tuo champagne preferito o uno spumante particolare in occasione di una ricorrenza speciale ma non sai scegliere in quali bicchieri versare questo prezioso alcolico? È arrivato il momento di scoprirlo!

Spesso l'indice di gradimento di un vino o l'apprezzamento delle sue caratteristiche può risultare penalizzato o risaltato dalla scelta del bicchiere in cui viene servito. Il valore di un vino prevede infatti forme, volumi e geometrie specifiche per esprimersi al meglio. Scegliere i bicchieri migliori per lo champagne e lo spumante non è quindi solo una questione di stile: attraverso il bicchiere giusto, infatti, si possono esaltare le caratteristiche dello spumante, valorizzare e apprezzare al meglio il gusto, il profumo, il colore e la limpidezza del contenuto.

Particolare di un calice con spumante al suo interno
Particolare di un calice con spumante al suo interno

La funzione principale svolta dal calice è quella di dare equilibrio alle sensazioni e gustative. Un buon calice mette in relazione il vino con gli organi sensoriali e deve essere incolore e privo di scritte, per poter apprezzare meglio tutte le sfumature cromatiche che offre il vino, di vetro o meglio di cristallo trasparente, sottile, perfettamente asciutto e pulito, con stelo e base stabile.

Un uso corretto del calice prevede una presa direttamente dal gambo, facendo attenzione a non toccare il bicchiere con la mano per evitare di scaldare il contenuto, alterando la percezione olfattiva.

Il calice da spumante o champagne

Per i prodotti da servire freddi, come lo champagne o lo spumante secco, si utilizza un bicchiere di forma affusolata: la flute.

La progressiva diffusione di spumanti secchi a partire dagli anni '30 ha portato alla crescita della diffusione di questo calice. La parola flûte (letteralmente "flauto") o fluttino indica un bicchiere dal gambo sottile e di forma allungata. Dagli anni trenta quindi questo calice ha affiancato l'uso della tradizionale coppa da champagne. Quest'ultima infatti, restando comunque molto popolare, viene ancora utilizzata molto per gli spumanti dolci aromatici in quanto, essendo ampia, consente alle bollicine di risalire in superficie, facilitando così la dispersione della componente gassosa e diluendo gli aromi contenuti.

Flûtes con spumante
Alcune Flûtes colme di spumante

Ad ogni spumante il suo calice

Per assaporare uno spumante bisogna quindi avvalersi del tipo di calice più appropriato, capace di esaltarne i profumi e di condurlo verso le parti più ricettive della lingua. A determinate tipologie di spumante corrispondano determinate tipologie di calici

Esistono varie tipologie di flute a seconda dello spumante utilizzato: il bicchiere per un Prosecco ad esempio è diverso da quello di un Franciacorta. In pratica, le dimensioni della flute aumentano passando da uno Charmat agli spumanti Metodo classico.

Calice mezza-flûte

Spumanti metodo Charmat - La mezza-flute ha un corpo stretto e lungo che lo rende adatto per i vini spumanti secchi prodotti con il metodo Charmat o Martinotti, in genere caratterizzati da un perlage meno raffinato e con bollicine più grandi. Il diametro stretto favorisce lo sviluppo lento dell'anidride carbonica, consentendo una buona concentrazione dei profumi verso il naso. 

Calice flûte

Spumanti Metodo Classico - Questo bicchiere, detto flute, ha un corpo stretto e lungo per favorire e apprezzare lo sviluppo tipico degli spumanti prodotti con il metodo classico. Il suo diametro stretto favorisce inoltre la percezione degli aromi delicati e freschi.

Flûte Maturi e Millesimati

Spumanti Metodo Classico maturi e millesimati - Si tratta di una flute con la pancia più larga e l'apertura stretta, caratteristiche utili per l'ossigenazione del vino e quindi il giusto sviluppo degli aromi complessi degli spumanti metodo classico millesimati e maturi.

Coppa

Spumanti Aromatici Dolci - Questo calice, detto semplicemente Coppa, è particolarmente indicato per gli spumanti aromatici e dolci. La notevole carica aromatica di questi vini li rende più idonei da servire in calici con aperture molto larghe, piuttosto che nella flute. Infine l'apertura del bicchiere, che tende leggermente a stringersi, consentirà allo spumante di essere diretto sulla punta della lingua valorizzandone la dolcezza.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "Come scegliere il calice per spumante e champagne"