Tu sei qui

La storia della birra

16 Agosto 2018
La storia della birra
4.18182
4.2 / 5 (su 11 voti)

La storia della birra affonda le sue radici in tempi molto lontani. La birra nell'antichità riporta, inoltre, ad una pluralità di civiltà antiche; pare essere nata prima del vino e vanta una notevole importanza culturale. Le testimonianze della sua fabbricazione e realizzazione sono risalenti a numerosi documenti delle popolazioni della Mesopotamia e dell'Antico Egitto. Infatti, uno dei primi documenti relativi ad una ricetta per la produzione di cereali fermentati risale al 4000 a.C.: scopriamo insieme le tappe principali della storia legata alla birra.

Origine e storia della birra nell'antichità

La birra pare essere nata per puro caso, quando un contadino dimenticò un pane d'orzo in un contenitore che si riempì in seguito d'acqua piovana. Quest'acqua divenne poi una bevanda dal sapore strano, ma allo stesso tempo particolare e gradevole. Fu così che l'esperimento venne ritentato nuovamente. Bisogna considerare che questa bevanda, grazie alle sue note proprietà nutritive, per molte civiltà fu considerata un "pane liquido". Inoltre, la birra nell'antichità presentava alcune diversità con quella attuale. Al tempo infatti, questa bevanda non era conservabile, non produceva schiuma ed il suo colore era scuro. Ma non solo, un'ulteriore differenza risiede nell'assenza del luppolo, sostanza fondamentale al giorno d'oggi per aromatizzare il prodotto. Proprio per questo, alla sua produzione venivano unite spezie, frutta, miele ed erbe aromatiche.

La storia della birra
La storia della birra affonda le sue radici in tempi molto lontani

La storia della birra al tempo degli Egizi

La birra nell'antichità divenne una bevanda fondamentale nell'alimentazione egiziana; infatti tale bevanda nel 3100 a.C. era considerata molto più benefica rispetto all'acqua dei pozzi, frequentemente inquinata. In aggiunta, questa prestigiosa bevanda veniva somministrata diluita con acqua e miele anche ai neonati - nel caso in cui le madri non riuscissero ad allattarli - e alle gestanti con la convinzione, nota anche al giorno d'oggi, che favorisse la produzione di latte.

La storia della birra al tempo dei Sumeri

Tra i popoli antichi ad essere a conoscenza del "segreto" per produrre la birra vi erano sicuramente i Sumeri, i quali hanno lasciato documenti e testimonianze che dimostravano l'importanza di questa bevanda sia in ambito alimentare che sociale. La birra veniva considerata una bevanda con la proprietà di "far stare bene chi la beveva". Sulla base di ciò, si suppone che i Sumeri siano stati la prima popolazione civilizzata della storia capace di produrre birra che, oltre ad essere bevuta ed apprezzata, veniva offerta in dono agli Dei; era inoltre considerata una bevanda sacra utilizzata per i riti religiosi. Questa ricetta "antica" prevedeva la fermentazione con l'aggiunta del miele, per aumentare gli zuccheri fermentabili, e successivamente l'unione di alcune spezie a seconda della birra prodotta. Dalle loro documentazioni risalenti al 3700 a.C. si afferma che la birra in ambito domestico era destinata alle donne mentre la produzione veniva eseguita da un personale esperto e specializzato stabilendo delle pene severe per chi non rispettava i criteri di produzione stabiliti dalla legge o per chi apriva un locale finalizzato alla vendita di questa bevanda senza aver ricevuto l'autorizzazione necessaria.

La storia della birra al tempo dei Sumeri
La birra in un tavoletta dei Sumeri

La birra al tempo degli antichi Greci

Gli antichi greci scoprirono la birra egiziana apprezzandone le qualità, denominandola "vino d'orzo" e la diffusero in seguito in tutto il Mediterraneo. Ad esempio, una delle testimonianze più antiche della produzione di birra sul territorio germanico risale all'800 a.C.

Si denota una notevole differenza tra la birra dell'antichità e il vino nell'ambito sociale e religioso di questi popoli nonché nei testi letterari dove il vino emerge frequentemente mentre la birra appare in modo quasi impercettibile. Questa differenza spicca anche per i Romani dove questa bevanda era infatti ritenuta di livello inferiore rispetto al vino in quanto più economica e dunque associata ai popoli "barbari". La birra era quindi nota per essere la bevanda adatta agli umili e ai poco civilizzati.

La storia della birra al tempo dei Romani

Anche per gli antichi romani, nonostante a Roma la birra fosse - come detto - considerata una bevanda barbara e di scarso valore, questa continuò ad essere prodotta negli altri territori dell’Impero qualora vi fossero complicanze nella coltivazione delle viti per ottenere il vino. In realtà, la birra continuò ad avere una notevole importanza soprattutto nell'ambito mercantile dove si riuscirono a trarre grandi profitti. È proprio grazie a ciò che la birra e le tecniche della sua produzione si ampliarono in tutto il resto del mondo.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "La storia della birra"

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento