Tu sei qui

Come abbinare la birra al cibo

26 Febbraio 2018
Come abbinare la birra al cibo
4.18182
4.2 / 5 (su 11 voti)

Tra sensazioni e sapori, aromi e profumi, la birra è un'antichissima bevanda che ha saputo adattarsi ai gusti moderni (e spesso ricercati) del suo seguito che, entusiasta, ha elevato la sua degustazione ad un vero e proprio culto. Che sia chiara o scura, rossa o doppio malto, ogni birra vanta sfumature peculiari nel sapore che le permettono di accompagnarsi con successo alle pietanze di ogni tradizione culinaria. Ecco una piccola guida che vi permetterà di abbinare la birra al cibo in poche mosse!

Abbinamento birra – cibo: l'influenza di malto e luppolo

Per abbinare alla perfezione la birra agli alimenti, il primo step da eseguire è indubbiamente l'esame degli aromi che caratterizzano le sue materie prime: ciò risulta necessario perché gli ingredienti base utilizzati durante il processo di produzione della birra sono gli stessi che la vanno poi a caratterizzare nel profilo sensoriale. Tra gli altri, malto e luppolo sono sicuramente i componenti che meritano un'analisi più approfondita.

Da quelli più chiari come Pilsner e Pale a quelli scuri o “speciali” (es. caramellati o tostati), i diversi tipi di malto hanno origine dai differenti processi di essiccatura a cui l'ingrediente viene sottoposto, determinano così altrettante sfumature nella birra.

Come abbinare la birra al cibo
Il tipo malto e luppolo hanno una forte influenza sul sapore finale della birra

Nello specifico, gli aromi di maltazione delle bionde chiare si abbinano alla perfezione con formaggi freschi, dessert, frutta fresca e pesce crudo; le birre caramellate, invece, si accostano ottimamente con carni bianche e formaggi di media stagionatura, ma anche verdure, cipolle, aglio e dolci impreziositi da caramello. Le bevande spiccatamente maltate nel carattere trovano infine un punto di incontro con le note tostate di arrosti e carni alla griglia, accompagnando anche cioccolato e formaggio molto stagionato.

Oltre il malto, anche il luppolo gioca un ruolo fondamentale nella creazione di sapori e profumi differenziati all'interno di ogni singola birra. Provenienti da tutto il mondo, i luppoli possiedono aromi che vanno dall’erbaceo ai frutti tropicali e danno vita a sfumature aromatiche esaltabili con pietanze specifiche.

Ad esempio, i luppoli europei classici (tedeschi, sloveni e polacchi) come Hallertau, Tettnang o Saaz si accostano ottimamente a formaggi erborinati, mentre le note terrose e pepate del luppolo inglese si abbinano a piatti con tartufo, funghi e frutti di bosco. Il caratteristico profilo citrico dei luppoli americani o australiani, infine, ben si presta all'accompagnamento di piatti conditi con limone ed agrumi.

3 consigli per abbinare la birra al cibo

Come abbiamo visto, ogni boccale di birra possiede degli elementi essenziali che per esaltare il cibo accostatogli (ed esaltarsi a sua volta) necessitano di qualche accorgimento al fine di non far soccombere il gusto dell'uno a quello dell'altro. Come per il vino, anche nell'abbinamento tra gli alimenti e la birra è necessario rifarsi alle percezioni principali che entrano in gioco nella degustazione: acido, amaro e dolce. Tenendo presente ciò, il primo consiglio è quello di individuare le caratteristiche principali tanto del piatto quanto della birra e creare abbinamenti per:

  • bilanciamento/contrasto, il quale avviene quando birra e pietanza si intensificano o si modulano a vicenda;

  • complemento, che ha luogo quando i sapori di birra e cibo si integrano in un perfetto equilibrio.

Il secondo consiglio per una perfetta congiunzione tra la spumosa bevanda e gli alimenti vede nell'intensità la sua chiave di volta poiché la birra deve possedere la stessa robustezza delle pietanze a cui la si accompagna.

Grafico esplicativo per l'abbinamento cibo - birra
Grafico esplicativo per l'abbinamento cibo - birra

Una bionda delicata si abbinerà allora alla perfezione con piatti poco strutturati e leggeri, mentre a pietanze più complesse ed aromatiche sarà necessario accostare birre corpose e dal sapore forte.

Il terzo ed ultimo suggerimento che vi diamo è più che altro un consiglio spassionato: sperimentate!

Dedurre il gusto di una birra dall'etichetta (senza affidarsi all'aiuto di esperti birrai o publican) o dallo stile di appartenenza senza averla assaggiata risulta impossibile anche per i più preparati.

L'unica soluzione quindi è assaggiarla e provare ad abbinarla di conseguenza secondo i propri gusti: magari l'intuito (o la semplice fortuna) riusciranno a farvi creare abbinamenti impensabili ma di grande effetto.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!

Se l'articolo ti è piaciuto, metti le 5 stelline!

Altri articoli simili a "Come abbinare la birra al cibo"

I commenti dei nostri lettori

Aggiungi un commento